.
Annunci online

Mente insana in corpore insano!
cinema
23 febbraio 2009
Il curioso caso di Benjamin Button


TRAMA
: È strano il destino di Benjamin Button (Brad Pitt), la sua vita procede al contrario. Nasce vecchio e i genitori lo abbandonano sulla porta di un ospizio. Con gli anni ringiovanisce, e per un breve ma intenso periodo trova l'amore e la felicità a fianco di Daisy (Cate Blanchett) la donna della sua vita.

Da vedere. Ma solo per chi ha pazienza e riesce a resistere a 2h e 40minuti di racconto. Le prime 2h volano come se niente fosse, divertetene e piacevole ma poi subentra il dramma romantico che lo fa divenire un po' troppo malinconico, rimane comunque un film davvero curioso. Devo dire che questo film mi ha ricordato molto Forrest Gump.. un po' anche Big Fish, ad ogni modo io gli do un bel 7 perchè sono uscita dalla sala abbastanza soddisfatta.

cinema
9 dicembre 2008
Be Kind Rewind - Gli acchiappafilm

Gran bel film, stupendo! Come sempre quel genio di Michel Gondry riesce a stupirmi e questa volta non solo per la sceneggiatura che è come sempre impeccabile e straordinaria, in questo caso mi colpisce soprattutto per l'ironia. Umorismo che difficilmente riusciamo a trovare sul grande schermo, mai volgare e mai banale, è riuscito a farmi scompisciare dalle risate, tant'è che sono andata a vedermelo due volte (venerdì e domenica). Era da Febbraio che lo attendevo con ansia, ormai avevo rinunciato all'idea che lo facessero uscire nei cinema, invece supriseeee!!! VOTO 10..assolutamente da vedere.

cinema
11 novembre 2008
007 Quantum of Solace

Tanto mi era piaciuto CASINO' ROYALE, tanto non mi è piaciuto QUANTUM OF SOLACE. Incasinato, sconbussolato, scene d'azione una dopo l'altra montate caoticamente e senza poesia.. un attimo prima sei in Italia, due secondi dopo sei in Cile, caos totale. Daniel Craig ad ogni modo rimane ottimo nei panni di James Bond.. cattivissimo e affascinantissimo. Voto 5 al film e voto 2 ai bresciani che si sono messi ad applaudire nel vedere la sponda del Lago di Garda.. ma daiiii, quanto siete tristi?! Addirittura l'applauso.. vergogna!
La cosa più bella del film è la canzone iniziale, la collaborazione tra Jack White e Alicia Keys.. mi piace parecchio (soprattutto rispetto a quella di Casino Royale), eccola:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 007 James Bond Quantum of Solace

permalink | inviato da InsanaMente il 11/11/2008 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
cinema
29 luglio 2008
ereticamente

"Ti voglio dare una piccola informazione confidenziale a proposito di Dio: a Dio piace guardare! È un guardone giocherellone! Riflettici un po': lui dà all'uomo gli istinti... ti concede questo straordinario dono e poi che cosa fa? Te lo giuro che lo fa per il suo puro divertimento, per farsi il suo bravo, cosmico, spot pubblicitario del film! Fissa le regole in contraddizione! Una stronzata universale! Guarda, ma non toccare... tocca, ma non gustare... gusta, ma non inghiottire! E mentre tu saltelli da un piede all'altro lui che cosa fa? Se ne sta lì a sbellicarsi dalle matte risate! Perché è un moralista, un gran sadico! È un padrone assenteista! Ecco che cos'è! E uno dovrebbe adorarlo? NO, MAI!"

cinema
22 luglio 2008
Funny Games - Possiamo iniziare?


- "Perchè non ci uccidete subito e la fate finita?"
- "E che ne sarebbe dello spettacolo?"



La pellicola di Michael Haneke conserva ancora tutta la sua attualità e l'intelligenza nel metterla in scena, un percorso glaciale che stuzzica chi guarda lo schermo, pilota le sue reazioni, e poi se ne fa improvvisamente beffa senza pietà.


Film freddo, spietato, lento e straziante, psicologicamente violento che lascia spazio all'immaginazione, che ti tiene in tensione fino alla fine. Bella sceneggiatura, belle inquadrature. Film difficile, non è decisamente per il grande pubblico e personalmente gli do un bel 7
Ho odiato molte persone nella sala che annoiate non facevano altro che parlare e fare gl'idioti, addirittura con le suonerie del cellulare.. ma zio canaglia il rispetto per le altre persone non ve lo ha insegnato nessuno?! se non ti piace il film le opzioni sono due.. o alzi il tuo culetto d'oro e te ne vai fuori dalla sala, oppure vengo lì e ti spacco la testa con una mazza da golf, giusto per rimanere in tema.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. funny games

permalink | inviato da InsanaMente il 22/7/2008 alle 9:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
cinema
27 maggio 2008
Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo

Voto 3
E con questa merdata di film chiudiamo il capitolo di Indiana Jones.
(Attenzione se proseguite la lettura potrei rovinarvi il finale)
Perchè la trama fa schifo e i nemici non sono niente di che.
Perchè non ci sono scene degne di nota. Roba già vista insomma.
Gli alieni no! Zio can, gli alieni non c'entrano una mazza con Indy.
Assurdo, al limite dell'impossibile.. ok che è Indiana Jones, però questo è quasi ridicolo. Buuuuuu che delusione!
Diciamolo.. il più brutto della saga.
E' stata sicuramente più avventuruosa la mia uscita in grotta di domenica, ed ho più graffi io che lui che ha visto dalla distanza di 300 m circa, il fungo di una bomba atomica in diretta.
Tanta attesa per niente uff :\
Buona settimana gente!

cinema
19 febbraio 2008
Eternal Sunshine of the Spotless Mind

Com'è felice il destino dell'incolpevole vestale!
Dimentica del mondo, dal mondo dimenticata.
Infinita letizia della mente candida!
Accettata ogni preghiera e rinunciato a ogni desiderio.



Eternal Sunshine of the Spotless Mind grezzamente tradotto in italiano con un Se mi lasci ti cancello, mi ha lasciato a bocca aperta. Questo film mi era stato consigliato da parecchi, mentre altri invece mi dicevano che era pacco ed era una "boiata". Grazie a Dio non ho dato retta a chi me lo sconsigliava, perchè mi è piaciuto da morireeeee. Bello, bello, bello.. non so che altro aggiungere. E Jim Carrey anche lui un sacco bello.
Ora sono in attesa dell'uscita nelle nostre sale dell'ultimo film di Gondry, "Be Kind Rewind". Non vedo l'ora di vedere quel mito di Jack Black che cosa ci tira fuori dal cilindro :P.
Buona settimana a tutti muààà

arte
7 dicembre 2007
madness

Preferisco avere una cosa subito, o sapere di non poterla avere così non ci devo pensare. Per questo certi giorni vorrei essere molto vecchio, così non dovrei pensare di diventare vecchio.
Andy Warhol




Ieri sono stata al cinema a vedere Factory Girl. Film bellino ma abbastanza lento. Diciamo che se il film fosse stato incentrato solo su Warhol sarebbe stato molto più interessante e più divertente, invece la protagonista principale era la sua musa Edie Sedgwik interpretata da Sienna Miller che è veramente stupenda, ma a recitare, secondo me, non è niente di che. Mentre per quanto riguarda Guy Pearce l'attore che ha interpretato Warhol, gli faccio davvero i miei più sentiti complimenti, bravo bravo bravo..ma quanto era fuori il nostro amato Andy?! Out like a snake.
E comunque la FACTORY è una genialata, è troppo bella l'idea di avere questo posto fichissimo (magari a New York), open air, musica a canna, fare tutto quello che ti passa per la testa..cazzate, festini, film, dipinti e chi più ne ha più ne metta.. VOGLIO ANCHE IO UNA FACTORY!
Ciao mondo, buon weekend e fate i bravi


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. andy warhol edie sedgwik factory girl

permalink | inviato da InsanaMente il 7/12/2007 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
cinema
3 luglio 2007
Transformers


Ieri gita al cinema.. gita perchè eravamo una simpatica comitiva di 18 persone, 15 delle quali sballate. Ci piace andare al cinema a vedere i film tamarri, soprattutto se i film in questione hanno degli effetti speciali da paura..e così ieri sera è toccato a TRANSFORMERS. Vi dirò che pur non essendo il mio genere di film, mi è piaciuto, diciamo che i 7€ non sono stati buttati nel cesso.. effetti visivi e sonori eccezionali, film divertente nel complesso.. un po' noiso sul finale ma vabbè, ah lo consiglio anche ai bambini. Voto 6/7.

The day after on messenger:

 

Spanna

Bau!

giao

Bau!

Spanna

sao

Spanna

Bau!

piaciuto il film?

Bau!

Spanna

dio..non era male, però non è il mio genere..

Bau!

Spanna

però bellino

Bau!

Spanna

a te?

Spanna

Bau!

sisi

Spanna

Bau!

nn male, gli effetti erano paurosi

Bau!

Spanna

si beh quello si..

Bau!

Spanna

un film del genere visto a casa perderebbe un sacco di punti

Spanna

Bau!

hanno esagerato con la quantità di fighe

Spanna

Bau!

:D

Spanna

Bau!

nanche nel paradiso di un mussulmano

Bau!

Spanna

ce n'erano 2

Bau!

Spanna

gnocche ma erano 2

Spanna

Bau!

si ma anche le comparse erano tutte tope

Spanna

Bau!

e dico tutte

Bau!

Spanna

eheh

Bau!

Spanna

beh che mi dici del soldato?

Bau!

Spanna

era pure sentimentale...(L)

Spanna

Bau!

mi assomigliava

Spanna

Bau!

:D

Bau!

Spanna

ah ah ah

Bau!

Spanna

sei stra simpa stamattina...come mai poi?

Bau!

Spanna

:D

Bau!

Spanna

anche io con la morettina ho una certa somiglianza..

Bau!

Spanna

avrei potuto benissimo farle da controfigura

Spanna

Bau!

mi passi la battuta?

Bau!

Spanna

sisi te l'ho servita su un piatto d'argento

Spanna

Bau!

avresti potuto far la contofigura se a andavi ad holliwood a piedi

Bau!

Spanna

bravo, bella

Spanna

Bau!

per oggi basta cattiverie




permalink | inviato da InsanaMente il 3/7/2007 alle 14:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
cinema
13 giugno 2007
Grindhouse - Death Proof



Diciamo che sono andata al cinema un po’ titubante, con la paura che Tarantino mi decadesse nella banalità, o nel troppo splatter o nel troppo trash, avendo letto alcune critiche che lo screditavano parecchio.. e invece grandissimo Quentin che mi ha regalato un b-movies (termine spudoratamente pigliato da Wikipedia) con i controcazzi, adrenalinico e divertente nello stesso tempo.
Film volutamente trash, comico, violento, colorato, con un immancabile notevole colonna sonora.. grandiosa l’idea della pellicola graffiata e del montaggio rustico, bello il mix tra anni 70 e 2000. L’unica pecca, se così vogliamo definirla, sono i dialoghi tra donne.. sono interminabili, ad un certo punto ti vien voglia di sgozzarle tutte, se non fosse per la miriade di citazioni/autocitazioni cinematografiche. Ci sono alcune scene da pisciarsi addosso dal ridere.. ma giustamente non posso raccontarle, non vorrei rovinare il film a chi non lo ha ancora visto, ma quella della moto..buahahahah! Da vedere.. ma non aspettatevi ne un Pulp Fiction ne un Kill Bill o Le Iene, anche se è tutto molto tarantiniano. Voto: 8




permalink | inviato da InsanaMente il 13/6/2007 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
cinema
25 maggio 2007
ZODIAC

 
E' in concorso per la Palma d'oro al 60° Festival di Cannes e dal 18 maggio è nelle sale italiane.
L'ultimo film di David Fincher (il regista di Seven e Fight Club), con Jake Gyllenhaal, Mark Ruffalo e Robert Downey jr., è basato sulla storia vera di un serial killer che negli anni '70 terrorizzò la zona della Baia di San Francisco e si beffò delle autorità di quattro giurisdizioni con i suoi messaggi cifrati e le sue lettere. Dare la caccia al cacciatore diventò un'ossessione per quattro uomini, un'ossessione che li fece diventare l'ombra di loro stessi. Le loro vite erano in balìa dell'infinita serie di indizi lasciati dall'assassino. La furia devastatrice di un pazzo che non è mai stato catturato, l'inafferrabile assassino dei messaggi cifrati che tenne la nazione con con il fiato sospeso: un vero e proprio Jack lo squartatore americano. Il vero numero delle vittime potrebbe restare sconosciuto per sempre.

Film lungo.. lunghissimo, ma veramente bello. Un film che ti tiene obbligatoriamente inchiodato alla schermo. Bella la fotografia, non male la colonna sonora e bravi gli attori. L’unica pecca (o forse no) del film horror ha poco niente,  rade le scene spietate. Beh Jake come sempre si è dimostrato BELLO & BRAVO anche nella parte del “ritardato”, ma io ho un debole per lui, l'ho amato sia in Donnie Darko che in Jarhead. Voto: 7

..a lui darei anche un bel 10.bavaaa! Buon week




permalink | inviato da il 25/5/2007 alle 15:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
cinema
26 marzo 2007
300 (io me li farei tutti)

locandina 300
Trama: "Il mondo saprà che degli uomini liberi si opposero ad un tiranno. Che pochi affrontarono molti. E prima che questa battaglia sia finita, sapranno che anche un re divino può sanguinare...``. Con queste parole il Re di Sparta lancia l`ultima sfida all`imperatore persiano, sbarcato con un esercito sterminato per conquistare la Grecia. Poi la parola passa alle armi. Il film racconta la ferocissima battaglia delle Termopili, avvenuta nel 480 ac, in cui il re Leonida (Gerard Butler) e i suoi 300 soldati spartani combatterono fino alla morte contro il re persiano Serse (Rodrigo Santoro) e il suo imponente esercito.

Dallo stesso fumettista di Sin City non poteva che uscire un altro bellissimo film. Con un pizzico di surrealismo, con effetti pittorici, e quella epicità che non guasta, il film racconta lo scontro tra i 300 spartani, belli come il sole, con un fisico statuario, forti e incazzati… versus un milione di persiani un po’ ridicoli e mostruosi. La fotografia e la grafica sono spettacolari, i combattimenti coinvolgenti e crudi (neanche troppo, ho visto di peggio), e anche se non è veritiero del tutto è il film storico che mi è piaciuto di più, perlomeno è diverso da tutti gli altri, differente da Alexander e da Troy e da tutte quelle noiose minchiate. Film da vedere.. io gli do un bel  7.

E PER GLI SPARTANI HIPPIP :D.. per questo film concordo più o meno con il pensiero di Nietzsche nell’opera “Così parlò Zarathustra”.. L'uomo dovrebbe essere educato alla guerra, e la donna alla distrazione del guerriero. Tutto il resto è follia. Secondo me essere la distrazione di uno spartano piacerebbe un po’ a tutte. Allupata io? Ma valà. Buona giornata ;P




permalink | inviato da il 26/3/2007 alle 10:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
cinema
16 febbraio 2007
Blood Diamond


Trama: Ambientato sullo sfondo del caos e della guerra civile che ha colpito la Sierra Leone negli anni ’90, “Blood Diamond” è la storia di Danny Archer (Leonardo DiCaprio), un ex mercenario dello Zimbabwe, e di Solomon Vandy (Djimon Hounsou), un pescatore di Mende. Entrambi gli uomini sono africani, ma le loro storie e le loro situazioni sono le più diverse possibili, fino a quando i loro destini si incrociano nell’impresa di ritrovare un raro diamante rosa, il tipo di pietra che può trasformare una vita....oppure farla finire. Solomon, portato via dalla sua famiglia è costretto a lavorare nelle miniere di diamanti, trova una gemma straordinaria e la nasconde a suo grande rischio, sapendo che se verrà scoperto, sarà ucciso all’istante.  Ma sapendo anche che il diamante non solo gli fornirà il modo di salvare sua moglie e le sue figlie dal condurre una vita come rifugiate, ma lo aiuterà anche a salvare suo figlio, Dia, da un destino ben più crudele, quello di diventare un bambino-soldato. 

Filmettino niente male.. crudele, con stragi non indifferenti e scene belle pese.. e poi diciamocielo, questo Leo che fa il cattivo ci arrapa un sacco, no? Voto: 7




permalink | inviato da il 16/2/2007 alle 8:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
cinema
31 gennaio 2007
The Science of Sleep

L'ARTE DEL SOGNO
close your eyes, open your heart


Trama: Stéphane è un giovane timido e impacciato, con una fervida immaginazione: vive in un mondo eccentrico, in cui sogno e realtà si confondono. Giunto a Parigi con la speranza di poter diventare un grande illustratore, dovrà fare i conti con un impiego monotono e noioso. Le cose sembrano finalmente cambiare quando Stéphane incontra la sua vicina di casa Stéphanie: i due si conoscono e si piacciono. Stéphane rende Stéphanie partecipe dei suoi processi creativi e delle invenzioni del suo mondo immaginario, lanciandosi in una meravigliosa storia d’amore senza le limitazioni della realtà.

Premetto che io amo incondizionatamente Gael Garcia Bernal, quindi potrei essere di parte, comunque veramente un bel film, un viaggio allucinante, colorato, emotivo e visionario. Dialoghi interessanti con battute ciniche e divertenti. L'arte del sogno è basato soprattutto sulla CASUALITA' SINCRONIZZATA PARALLELA, come spiegano nel film, è un accordo segreto e indecifrabile tra due menti che si ritrovano, senza rendersene conto, a compiere le stesse operazioni.
FILM ASSOLUTAMENTE DA VEDERE e magari prima fumatevi anche un bello spinello..DISASTROLOGY...voto 8!




permalink | inviato da il 31/1/2007 alle 8:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
30 novembre 2006
I Figli degli Uomini

Trama:
Inghilterra dell`immediato futuro. Siamo nel 2027, ma già da tempo l`umanità è diventata sterile e sembra avviata alla fine. Gli Stati di tutto il mondo stanno preparando la loro testimonianza per una posterità a cui sono in pochi a credere, mentre l`Inghilterra è retta da un tiranno mediatico che governa con dispotico egualitarismo. I vecchi sono incoraggiati a suicidarsi, i criminali esiliati e abbandonati, gli immigrati soggetti a deportazione. Theo Faron (Clive Owen) è un ex contestatore trasformatosi in un solitario professore di Oxford. La sua è una vita appartata, finché Julian (Julianne Moore), la sua ex compagna di vita e di lotta, che è ora a capo di un gruppo di dissidenti, non gli fa incontrare una giovane donna di colore, miracolosamente incinta, che deve essere scortata e protetta per preservare alla razza umana una speranza di procreazione. Theo si ritrova improvvisamente coinvolto in un percorso mortale che non avrebbe mai neppure immaginato.
Recensione:
Che dire.. io pensavo di andare a vedere il solito film di fantascienza futuristico merdoso, alla 'The Island' o giù di lì, invece si è rivelato davvero un bel filmettino. Crudo e violento.. con sparatorie e esplosioni esaltanti girate davvero bene, e ci sono state pure battute divertenti. Insomma scelta (non mia) azzeccata! Voto: 7




permalink | inviato da il 30/11/2006 alle 10:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
cinema
13 novembre 2006
ancora cinema

Sabato in preda allo scazzo, dovuto alla mia fase analcolica, ho optato per la serata al cinema.
Flags of Our Fathers: Storia di amicizia, coraggio, sopravvivenza e sacrificio sullo sfondo della sanguinosa battaglia di Iwo Jima, un'isola sperduta con spiagge scure e cave di zolfo, presidio giapponese durante la II Guerra Mondiale. Il film segue le vicende dei sei soldati americani - cinque Marines e un ufficiale sanitario della Marina - passati alla storia per essere stati immortalati nell'atto di piantare la bandiera Americana sul Monte Suribachi.
Mia opinione: Non mi ricordavo il tempo di rischiare di addormentarmi in sala. Prima ora piacevole, ero esaltata dalla sceneggiatura,  che poi però è diventata monotona, la seconda ora non mi passava più, film per me abbastanza noioso, senza colpi di scena, diciamo che ho visto film di guerra con scenografie decisamente migliori, per esempio Black Hawk Down o Salvate il soldato Ryan.. Dopo Million Dollar Baby e Mystic River, Clint Eastwood alla regia stavolta mi delude!  Voto: 5

Amadeus:  Il film racconta, attraverso i ricordi di Salieri, la vita, le passioni, l'arte e il talento musicale e visionario, fino alla prematura e tragica morte di Mozart.

Mia Opinione: Questo filmone me lo sono vista sabato a pranzo, davanti al mio tristissimo petto di pollo e a miei crackers di riso, beh se ha vinto 8 premi oscar (miglior film, miglior regia, miglior attore, miglior sceneggiatura, miglior scenografia, ovviamente miglior sonoro, miglior costumi e miglior trucco) un motivo c'è, bravissimo l'attore che interpreta Mozart, la colonna sonora non ha bisogno di critiche, che dire di più..guardatevelo! Voto: 7




permalink | inviato da il 13/11/2006 alle 15:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
cinema
10 novembre 2006
Un po' di cultura cinematografica

Questa settimana ho sfruttato le mie ore buche per colmare alcune lacune cinematografiche:

Martedì
L'ESERCITO DELLE 12 SCIMMIE
Non riesco a capacitarmene, perchè non avevo mai visto questo film fino ad ora???!! Tutti me ne hanno sempre parlato bene, ma perchè non l'ho mai scaricato, non l'ho mai comprato e non l'ho mai affittato? Mannaggia a me! Un capolavoro..film davvero eccezionale, un Brad Pitt eccelso nella parte dello schizzato e non da meno Bruce Willis. Un film che va a finire dritto nella classifica dei miei film preferiti. Voto: 9

Mercoledì
CRASH - CONTATTO FISICO
Dio..dopo il sovracitatofilm questo non è niente in confronto..però è un film discreto, girato bene, toccante.. tratta temi abbastanza pesi, ma non mi ha entusiasmato più di tanto. L'hanno osannato talemente tanto che io mi aspettavo qualcosa di più. Nel complesso rimane comunque un buon film. Voto: 7


Giovedì
BLADE RUNNER
Come si dice..meglio tardi che mai!! Questo è un pilastro della storia del cinema, e lo so..e sono d'accordo! Per mezzo mondo è uno dei miglior films in assoluto, e lo so..ma su questo non sono d'accordo! Io mi aspettavo di rimanere incantata davanti al televisore..e invece..TROOOOPPO LENTO, e quella lentezza mi ha rovinato l'entusiasmo! Bella la trama, belli i costumi, bello, nel complesso, ma mi sa che l'ho visto un po' troppo tardi! Voto: 7&mezzo




permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 15:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
cinema
30 ottobre 2006
The Departed - Il bene e il male

Locandina The Departed - Il bene e il male

Trama:
Colin Sullivan e Billy Costigan sono due giovani neodiplomati all'accademia di polizia di Boston dal passato molto diverso e dalle prospettive di carriera totalmente opposte. Il primo, ben vestito, mite, ambizioso e laureato inizia una rapida ascesa nella sezione anticriminalità organizzata, mentre il secondo, privo di famiglia e ribelle, viene fatto infiltrare nella banda di Frank Costello per tentare di incastrare il pluriomicida e norcotrafficante e distruggere il suo impero malavitoso. Ma Sullivan è a sua volta un prodotto di Costello che ha iniziato la carriera da sbirro proprio per guardare le spalle al suo 'padrino'. Ognuno dei due giovani è intrappolato nella sua segreta doppia vita fino a che, polizia e banda criminale non si accorgono di avere una spia al proprio interno.

Voto 8 all'ultimo film di Scorsese, bello e travolgente, forse qualche cecchinata in testa di troppo..cmq.. interpretazione di Jack Nicholson magistrale, divertente e terrificante, mi è piaciuto un sacco anche il personaggio interpretato da Mark Wahlberg, poliziotto poco raffinato nei modi ma spassoso, e poi un'inaspettato (per me) Leonardo di Caprio, interpretazione lodevole ed in più nella parte dell'insatbile risulta davvero mooolto ma mooolto sexy!! Mi è piaciuta molto anche la colonna sonora..insomma film assolutamente da vedere!!




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 8:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
cinema
3 ottobre 2006
Quo Vadis Baby?


Trama:
La pellicola racconta di una quarantenne investigatrice privata, fumatrice accanita, solitaria, che si vede recapitare un pacco contenente numerose cassette vhs che mostrano le immagini della sorella morta sedici anni prima. La sorella si confida con la telecamera, racconta le sue aspirazioni, non nasconde la sua filosofia di vita fondata sul "carpe diem", basandosi sulle videocassette, inizia così una sorta di indagine. Giorgia Cantini (Angela Baraldi ex cantante), la protagonista, svolge il suo lavoro presso l'agenzia di cui è proprietario il padre, un uomo scostante e impettito. E qui si manifesta la solita sindrome da mancanza di affetto, con i luoghi comuni che tali situazioni comportano. Segue l'incontro con Andrea Berti (Gigio Alberti), un docente stropicciato e nemmeno giovane, dal quale la Cantini è attratta, facendo i conti con i suoi arretrati sessuali. Tra verità e menzogne la donna scopre numerosi altarini, grazie anche all'aiuto di un commissario di polizia (Andrea Renzi). Il finale, abbastanza prevedibile, lancia una sorta di ammonimento, che Salvatores invia da esperto cinefilo, affidandosi a Fritz Lang, del quale sono mostrate le sequenze finali di M. il mostro di Dusseldorf, con la v.f.c. che ci invita a proteggere i nostri figli, dato che tutti i problemi della protagonista e la drammatica fine della sorella sono il frutto di un'infanzia costellata di violenza e autoritarismo. Il titolo è una citazione di Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci.

A mio parere è un noir che per essere italiano è davvero meritevole.. ambienti cupi, pioggia o neve per tutto il film, una buona colonna sonora, mi è piaciuta l’idea delle immagini amatoriali della sorella in vhs (nel libro di Grazie Verasani usa invece delle lettere), bello e dannato il finale, quando arriva il video che mostra (lo vedremo solo noi e non la protagonista) come andò quella triste faccenda di sedici anni prima.In realtà sono un po’ di parte perché simpatizzo molto per Angela Baraldi, conoscendo molto bene il suo babbo (un mito) e i suoi fratelli, la “seguo” da sempre.. so tutto il suo album Rosa Sporco a memoria, ma non ho mai avuto modo di conoscerla, se però ha preso la simpatia dal padre altro che noir dovrebbe mettersi a fare commedie.




permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
cinema
29 agosto 2006
Slevin - Patto Criminale



IL MOMENTO, IL LUOGO, IL NUMERO SBAGLIATO.

Finalmente qualcosa di decente al cinema..era un po' che non uscivo dalla sala soddisfatta ( e anche un po' arrapata ;P).  Domenica in preda alla noia ho deciso, all'ultimo minuto, di andare a vedere Slevin e mi è piaciuto un sacco. Film in salsa pulp, divertente, stiloso, violento quel che basta..un po' alla Quentin Tarantino insomma, buona la regia e ottima la sceneggiatura. Grandissimo il mio Josh Hartnett..interpretazione lodevole, ringrazio il regista McGuigan per avermelo fatto recitare, per una mezz'ora circa, solo con un asciugamano legato in vita..sbav sbav!! Voto 8 (al film..a Josh potrei dargli anche 10)
Trama: Uno sprovveduto e sfortunato ragazzo di nome Slevin, imperturbabile perché affetto da atarassia, dopo aver perso in un colpo solo il lavoro, la fidanzata e il portafoglio, si trasferisce a casa del suo amico Nick. In assenza del ragazzo, Slevin si ritrova coinvolto in un pericoloso scambio d'identità che lo costringerà per l’occasione a trasformarsi in uno spietato killer.

F
ilm visti o rivisti durante le ferie: Jarhead (8), Paz! (6), Labyrinth (7), Catwoman (3), House of Death (1), Donnie the dog (3), Alien vs Predator (6e1/2).




permalink | inviato da il 29/8/2006 alle 9:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte








Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. non puo', pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Inoltre le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarmelo e saranno subito rimosse.








Non c’è niente di costante,
tranne il cambiamento.







Vivi come credi, fai cosa ti dice il cuore, fai cio' che vuoi. La vita è un opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi.
(Charlie Chaplin)


Noi siamo puniti delle inibizioni che ci imponiamo, ogni impulso che cerchiamo di soffocare fermenta nella nostra anima e ci intossica. Il corpo pecca, ma una volta che ha peccato ha superato la sua colpa perché l’azione è una forma di purificazione: nulla più rimane se non il ricordo di un piacere o la voluttà di un rimpianto. L’unico modo per liberarsi di una tentazione è di abbandonarvisi: resistete, e la vostra anima si ammalerà di nostalgia per le cose che si è vietata, di desiderio per ciò che le sue mostruose leggi hanno reso mostruoso e fuori legge.
(0scar Wilde)



Non voglio che la mia coscienza rovini la parte migliore di me


C'est moi:







Il più bel regalo che si possa fare a qualcuno è ascoltarlo; l'ascolto nobilita colui che lo esercita!

Non bisogna appoggiarsi troppo ai principi, perché poi si piegano!




Me&MyFriends:




















Chi vive senza follie non è così saggio come crede!!



La prima necessità dell'uomo è il superfluo!
(Einstain)


My passion:














La terra ha musica per coloro che ascoltano
(Shakespeare)



Amimegusta:

























Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per nseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.